FANDOM


Markiplier La voce Community italiana di YouTube possiede citazioni non attendibili o senza fonte. Se vuoi aiutaci ad espanderla, ogni consiglio è accettato nei commenti.

Youtube
Per community italiana di YouTube (conosciuta anche come community di YouTube Italia o semplicemente YouTube Italia) si intende quella parte demografica di youtuber, perlopiù nati in Italia, che caricano video in lingua italiana sulla suddetta piattaforma di video-sharing.

Storia

Non si sa con certezza quale sia stato il primo utente italiano sulla piattaforma. Secondo alcune fonti, il commento più vecchio della storia di YouTube sarebbe stato scritto dall'italiano Kazze (Marco Cassé) sul video (ora inesistente) Good Times!!! sul canale di zubaspants.[senza fonte] Il più vecchio video italiano rimasto sembrerebbe essere Gatti Pazzi, caricato il 25 settembre 2005 dallo youtuber Kaled. Solo nel 2006, con l'acquisto di YouTube da parte di Google, un maggior numero di utenti italiani ha iniziato a iscriversi e a caricare video sulla piattaforma.

I primi video italiani consistevano per lo più in classici ricaricamenti di canzoni famose e spezzoni di programmi televisivi, film o serie televisive, mentre i primi video di natura comica erano soprattutto ridoppiaggi comici di film e spot televisivi, o semplicemente video improvvisati e amatoriali. Intorno al 2008/2009 incominciarono a nascere i primi youtuber, giovani ragazzi e ragazze che caricavano video con serialità, spinti soltanto dalla passione di fare video e dalla curiosità scaturita da questo nuovo mezzo di comunicazione. Tra i primi youtubers italiani si possono citare Willwoosh, Clio MakeUp, Frank Matano e Yotobi.

Intorno al 2009 nascono i primi gamer italiani, che, ancor prima di arrivare ai video di videogiochi online, porteranno semplici let's play o walkthrough di videogiochi, spesso commentati.

Si incomincia a parlare di community italiana intorno al 2011/2012, quando gli youtuber più affermati iniziano a conoscersi fra loro e a collaborare in alcuni video. Nello stesso periodo arrivano anche i network, che permettono agli youtubers di monetizzare sui loro video, trasformando ciò che veniva visto come una semplice passione o un hobby in un buon modo di guadagnare. Con il passare degli anni e con il continuo aumento di visualizzazioni su Youtube in generale (il guadagno è proporzionabile al numero di views che totalizza uno youtuber), il piccolo guadagno che si poteva trarre dai propri video diventa pian piano una vera e propria professione.

Dopo la totale affermazione del concetto di community e la graduale crescita di youtuber di successo, iniziano purtroppo a nascere i primi dissapori e rivalità all'interno della comunità italiana: si afferma la distinzione tra youtuber emergenti e youtuber popolari, si comincia a parlare di feed chiusi, sponsorizzazioni, product placement e raccomandazioni esterne.

Parallelamente prende sempre più piede il fenomeno del cosiddetto trash: anche se questo "filone" di video è in realtà da sempre presente su YouTube fin dagli albori della piattaforma, il primo soggetto ad aver fatto del trash un vero e proprio marchio di fabbrica, nonché controversa fonte di guadagno, è stato sicuramente Andrea Diprè. Già a partire dal 2011-2012 l'avvocato trentino si è fatto conoscere da una sempre maggiore fetta di pubblico grazie ai suoi video-intervista ad individui ignoranti o bizzarri, pornostar e presunti artisti. Diprè ha infatti "lanciato" personaggi i cui video sono diventati dei veri e propri fenomeni del web, il primo dei quali è stato probabilmente Osvaldo Paniccia, a cui seguirono col tempo gente come Rosario Muniz, Giuseppe Simone, Enrico Pasquale Pratticò e moltissimi altri. Tuttavia il trash continua a diffondersi a macchia d'olio anche senza l'intervento di Diprè, come dimostrano video recenti divenuti virali come Kissy di Teramo e la "saga" di "saluda Andonio".

Intorno al 2014 gli youtuber più famosi incominciano a venir considerati veri e propri personaggi pubblici, tanto che molti sbarcano in televisione o al cinema (es. Willwoosh, Frank Matano, Favij ecc.) e finiscono in agenzie di management, tra le più famose la Luca Casadei Management. Questo fatto ha portato molti youtuber e spettatori a interrogarsi se tale fenomeno sia da considerarsi positivo o negativo per la piattaforma, andando ad acuire le discussioni, ma anche i litigi (i cosiddetti flame), riguardo l'argomento. Non è un caso che proprio in questo periodo si verifichi un vero e proprio boom di canali di satira e di critica a YouTube, basti pensare all'improvviso successo di YouTube Fa Cagare o al controverso Dellimellow (che può essere considerato un precursore di questo tipo di video). Inoltre, che la crescita in termini di popolarità degli youtuber anche al di fuori della piattaforma stessa sia un fenomeno che ha coinvolto l'intera community italiana è dimostrato dal fatto che è stato criticato anche da molti youtuber di vecchia data solitamente non inclini alla critica (vedasi personalità come Yotobi, Dario Moccia o Marco Merrino).

Critiche

La community è accusata da alcuni utenti di promuovere solo contenuti di scarsa qualità, "tipici", secondo loro, di youtuber come ad esempio Favij, Zeb89, CiccioGamer89 ed altri. Gran parte delle critiche sono state mosse da utenti quali Yotobi, CapoBastone, YouTube Fa Cagare ecc.

Arrivati ad oggi, secondo alcuni la naturalezza e la sincera passione nel fare video sarebbero quasi scomparse, con l'arrivo del profitto YouTube avrebbe preso un'altra direzione, dal piccolo sito di video spontanei creati da persone con la sola intenzione di divertirsi, sarebbe diventato un vasto mondo pieno di persone che tentano la fortuna ispirati dalla carriera dei grandi youtubers, andando a danneggiare sempre di più l'originalità e la fantasia dei nuovi canali.[senza fonte]

Anche il fenomeno del trash, e in particolare l'attività dello stesso Andrea Diprè, è stato molto soggetto a critiche da parte di tutta la community, nonostante sia un "genere" di video che totalizza tuttora numeri di visualizzazioni e condivisioni altissimi, ed è pertanto un fattore estremamente importante della community italiana di YouTube, anche per via della discussione che ha scatenato al suo interno.

Video rappresentativi (in aggiornamento)

Qui segue una lista in ordine cronologico di video italiani che hanno un valore storico o che hanno avuto particolare risalto nella Community italiana di YouTube.

  • Gatti Pazzi (considerato da molti il video italiano più vecchio presente su YouTube)
  • Iella Natalizia (approdo su YouTube di Willwoosh, primo youtuber a raggiungere una certa fama nella Community italiana, inoltre è stato per un periodo lo youtuber italiano con più iscritti)
  • Best of Germano Mosconi (video che ha dato popolarità ad uno dei meme italiani più famosi, dopo la morte di Mosconi nel titolo fu aggiunto l'acronimo RIP)
  • Il nuovo volto dell'Arte: Osvaldo Paniccia (video che ritrae l'intervista di un allora sconosciuto Andrea Diprè all'involontariamente comico Osvaldo Paniccia, il video ha un notevole successo, gli utenti inizano a scoprire anche le altre interviste di Diprè a personaggi bizzarri come Fabrizio Spagiari, Giacomo De Michelis ecc.)
  • #SelvaggiaNonMentire - Distruggiamo Francesco Sole (video di Dellimellow dove smascherava il progetto Francesco Sole ed evidenziava la disonestà della giornalista Selvaggia Lucarelli nell'affermare che Francesco Sole ("nome d'arte" di Gabriele Dotti) fosse il classico ragazzo diventato famoso sul web senza alcun aiuto ma solo grazie alla sua creatività, mentre in realtà era stato spinto fin dall'inizio dal talent scout Francesco Facchinetti, che lo ha poi subito portato in tv dopo una brevissima "gavetta" su YouTube, affermando anche lui di averlo scoperto per caso e di averne carpito subito le potenzialità. Dellimellow per far arrivare il messaggio ai diretti interessati ha lanciato l'hashtag #SelvaggiaNonMentire che é stato poi condiviso e fatto girare da innumerevoli altre personalità di YouTube e non solo, esprimendo il fatto che sul web certe operazioni di marketing caratteristiche della televisione non avranno mai la possibilità di sussistere, essendo il web totalmente libero e incensurabile)
  • Ragazzo lancia un cornetto alla nutella in faccia a Cicciogamer89 al romics (CiccioGamer89, all'epoca al centro dell'attenzione di YouTube Italia visto il sempre più crescente successo, durante la sua ascesa si era guadagnato un grande numero di haters, ciò lo ha reso costantemente vittima di cyberbullismo che ha raggiunto il suo culmine durante il Romics del 2016, in cui un ragazzo gli ha spiaccicato per due volte un cornetto alla Nutella sulla faccia per schernirlo, l'evento scosse molto la community portando molti youtubers a sensibilizzare il pubblico sul cyberbullismo, tempo dopo Ciccio ha caricato un video in compagnia del suo aggressore pentito in cui discutono di bullismo in generale)
  • RISPONDO A CAPOBASTONE (YouTube Fa Cagare, youtuber rivelazione del 2016, dopo essere stato accusato più volte di essere un raccomandato da CapoBastone, decide di rispondere al suo accusatore con un elaborato video musicale, nel video smonta tutte le accuse di CapoBastone e lo prende in giro per i suoi atteggiamenti, inoltre YTFC accenna più volte nel video di essere un suo ex fan. I questo video assiste allo scontro tra la vecchia e la nuova generazione di youtubers, inoltre da qui in poi si affermerà il format della critica su YouTube, iniziato già da youtubers come Dellimellow e Roberto Bonetti ma mai con gli stessi numeri)