YouTube Wiki
Advertisement
YouTube Wiki
« Grande, eh! »
(Tipica frase di commiato di Mark the Hammer)


Mark the Hammer, nome d'arte di Marco Arata (Genova, 1 gennaio 1986), è uno youtuber e musicista italiano.

È principalmente noto per la serie Come creare una canzone senza talento e in generale per i suoi video a tema musicale.

Biografia e carriera[1]

Marco coltiva la sua passione per la musica fin da bambino. All'età di otto anni ha cominciato a prendere lezioni di canto e pianoforte, a 14 anni inizia a suonare la batteria continuando però a esercitarsi nel canto per poi imparare a suonare anche chitarra e basso.

Raggiunti i vent'anni, Marco apre il canale nel 2006 e carica il suo primissimo video nel 2007, dove si vede lui seduto alla batteria eseguire una cover di La Estampida degli Ska-P, una delle sue band preferite.[2] Nella fase iniziale della sua carriera sul sito si dedica alla riproduzione di canzoni famose come one man band, ovvero, registrando da solo ogni traccia strumentale. Si tratta prevalentemente di canzone tratte da serie animate o film d'animazione, come la sigla dell'anime Ken il Guerriero (questa in collaborazione con Farenz) o Tutti Odiano Ned Flanders, da una puntata dei Simpson, videogiochi ma anche di brani di altro tipo come l'inno di Mameli o Non me lo Posso Permettere di Caparezza.

Ancora prima però realizza anche una cover di Overkill di Colin Hay, come omaggio a una delle sue serie preferite, ovvero Scrubs, che spesso ha avuto nelle sue puntate brani del cantautore australiano. Nell'agosto 2021 organizza un evento per celebrare i vent'anni della serie, ovvero una cover collettiva del brano Guy Love con il coinvolgimento die suoi iscritti.[3]

Nel 2015 si ha la vera svolta: in quell'anno ha pubblicato una cover di Uno Di Quei Giorni di J-Ax rivisitata in chiave punk rock:[4] il video diventa virale e arriva direttamente a J-Ax, il quale, viste le doti di Marco, decide di chiamarlo per un'audizione e lo assume come chitarrista personale, posizione che ricopre tutt'ora.

Sempre nel 2015, inaugura una delle sue rubriche più apprezzate, Impara a suonare come..., in cui spiega come suonare secondo lo stile di band o cantanti famosi. Il primo video della serie, caricato il 23 marzo, è dedicato agli Iron Maiden, altra band di cui è molto appassionato.

Ma è nel 2016 che inaugura la sua rubrica più famosa, Come Creare Una Canzone Senza Talento, serie tutorial in cui spiega come comporre brani di un determinato genere o stile senza possedere un vero e proprio talento musicale. Nella serie, inaugurata il 3 ottobre 2016 con il video COME CREARE UNA CANZONE POP.. SENZA ALCUN TALENTO, ha affrontato vari generi musicali (dalla trap, al raggaeton, al pop rock, al black metal) e stili di singoli artisti (Ligabue, Elettra Lamborghini, Billie Eilish...), il tutto con uno stile irriverente e fortemente ironico e satirico.

Dopo aver trascorso due anni in tournée, nel 2017 pubblica il video COME CREARE UNA CANZONE TRAP.. senza alcun talento, che ottiene un successo immediato, tanto da finire nelle tendenze superando youtuber come Favij e iPantellas. Ad oggi conta quasi tre milioni di visualizzazioni.

Fra le sue collaborazioni più interessanti, si segnala quella, nell'aprile 2019, con Giorgio Vanni, insieme al quale realizza una sigla per la serie animata Adrian, creata da Adriano Celentano e diventata un fenomeno del web per via della sua bruttezza.

Nel novembre 2020 realizza un brano di beneficenza per la Croce Rossa Italiana, per far fronte all'emergenza sanitaria legata al virus SARS-CoV-2: si intitola Reggae del Lockdown ed è stato realizzato in collaborazione con il cantante indipendente Tokyo.[5]

Ha un canale secondario in lingua inglese, aperto nel 2013, che conta quasi 50.000 iscritti.

Curiosità

  • Oltre alla passione per la musica, ama recitare.[6]
  • Da adolescente, le sue band preferite erano i Nirvana e gli Ska-P.[6]
  • Per avere una visione musicale completa, ama ascoltare vari generi diversi dal rock e dal metal, come hip hop, dance e house.[6]
  • Tra gli youtuber che ammira di più ci sono gli americani Nostalgia Critic e Angry Video Game Nerd, come dimostrano i poster presenti nella sua storica location e le citazioni che spesso inserisce nei suoi video.

Note

Advertisement